PRINZ 4L, affidabilità tedesca in miniatura

di Marco Chiari

 

Servizio completo su epocAuto 4-2013 in edicola dal 25 febbraio

 

Piccola grande utilitaria, nel nostro paese ricevette numerosi consensi diventando la vettura straniera più venduta. Economica e ben costruita, oggi gode di molti estimatori.

Questa la storia di una vettura azzeccata e di una azienda che commise il grave errore di puntare troppo in alto. E lo pagò davvero a caro prezzo.

I paraurti con profilo gommato furono adottati negli ultimi anni di produzione in sostituzione dei piccoli rostri; la fascia satinata anteriore è una peculiarità della "4L"; il padiglione simmetrico garantisce una buona abitabilità anche posteriormente.

Il vano bagagli anteriore ha una discreta capienza.

La NSU Prinz4, versione 1962, ai raggi X.

 

SOMMARIO DEL NUMERO 4-2013

Cerca tra gli annunci