FIAT 509 MODELLO A

APPROVATA DA D'ANNUNZIO

testo e foto di Franco Carmignani

Negli Anni Venti, dopo un proficuo viaggio di studio del senatore Agnelli negli Stati Uniti, la Fiat prova ad attrezzarsi convenientemente, dando vita allo stabilimento del Lingotto, un mastodonte su cinque piani di 796.000 metri cubi al cui interno ci sono linee di montaggio d’avanguardia progettate per una produzione in grandi numeri. La vettura che ne usufruisce per prima è, nel 1924, la Fiat 509, la “macchina di grande successo per la piccola borghesia italiana”.
Nel dicembre 1925 Gabriele D’Annunzio chiede al senatore Agnelli un’automobile in regalo. A proposito di automobile c’è ancora una diatriba sul genere: maschile o femminile. Ed è proprio D’Annunzio, dopo che il “Signor Fiat” gli ha fatto consegnare una 509 cabriolet, a dirimere ogni dubbio: “La sua macchina mi sembra risolvere la questione del sesso già dibattuta. L’automobile è femminile. Questa ha la grazia, la snellezza, la vivacità di una seduttrice”.

6MICROVETTURE1

Il motore quattro cilindri in linea di 900cc, il più piccolo prodotto da Fiat all'epoca della 509.

 

 

Articolo completo su epocAuto di Luglio/Agosto

 

IN EDICOLA E ABBONAMENTO 

 
cop1 2020 1

 

REGISTRATI SUL NOSTRO SITO PER RESTARE AGGIORNATO, CLICCA QUI!

 

 

 

 

 


 HOME · ANNUNCI · NEWS · AGENDA · APPROFONDIMENTI · SHOP · ABBONAMENTI · CONVENZIONI 


NEWS E ARTICOLI

 

Cerca tra gli annunci