volvo1
 

MANIFESTO DI UNA FILOSOFIA

VOLVO SERIE 240

a firma di Michele Di Mauro - su epocAuto di dicembre

Prodotta per vent'anni, comoda, infaticabile, smisuratamente spaziosa, indistruttibile: la serie 240, specie se familiare, è la Volvo per antonomasia.

Mai fuori moda, racconta un modo di intendere l'auto e il viaggio tipicamente scandinavo, ma che funziona in tutto il mondo.

 volvo2

FARI TONDI. La serie 240 debutta con due proiettori anteriori circolari singoli; inizialmente il fanale rettangolare, poi esteso a tutta la gamma, spetta solo alle "grosse" 260 con motore sei cilindri. Le quali, solo sul mercato statunitense, per un periodo tornano ad averli circolari, ma gemellati, in osservanza del codice della strada locale (come in foto); la 265 è la prima Volvo station wagon a 6 cilindri.

 

volvo3

Nella foto in apertura la bella 244 DL Anniversary del collezionista romano Gianni Contini.

Si tratta di una versione celebrativa realizzata per i 50 anni del marchio svedese, questo modello è un bel conservato, omologato ASI.

Si notano gli spessi e pesanti paraurti che anche in Europa all'epoca rispettavano lo standard USA. Gli irrinunciabili paraspruzzi personalizzati, il posteriore posizionato giusto sotto la gondola, ovvero la sagoma stondata che accoglie la ruota di scorta. Un alloggiamento simile è presente pure sul lato destro dato che spesso queste vetture viaggiavano con due ruote di riserva.

 

 

L'articolo completo è su epocAuto di dicembre

 
NON CONOSCI EPOCAUTO? RICHIEDI UNA COPIA OMAGGIO IN VISIONE A Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
indicando nome, cognome e indirizzo completo, riceverai il primo numero raggiungibile
 
copertina2018 12

Cerca tra gli annunci

 

HttP://Www.pezzidiricambio24.it/

Www.Auto-doc.it