turbina1
 
L'auto a turbina, II parte
 
a firma di Marco Batazzi - su epocAuto di agosto
 

Nella prima parte, pubblicata sul numero di giugno, abbiamo visto i primi esperimenti europei sui motori a turbina per autotrazione e sui primi veicoli del genere, realizzati in America dalla General Motors nel 1953. Ma abbiamo trascurato volutamente tutta la sperimentazione effettuata dal Gruppo Chrysler, che fu quello che per maggior tempo inseguì l’idea di costruire in serie auto mosse con questo tipo di propulsore. Uno dei suoi progetti giunse quasi in dirittura di arrivo, con veicoli di pre-serie affidati a privati, ma andiamo con ordine.
La prima turbina, frutto del progettista George J.Huebner, allora capo ingegnere alla Chrysler, fu installata su una Plymouth Belvedere hardtop coupé del 1954....

 

 

In apertura la TURBOFLITE. La aggressiva ed avveniristica linea del muso è passata praticamente invariata dal modello all'auto reale, costruita nel 1961. Fotocolor d’epoca con la Turboflite esposta su una piattaforma rotante all’interno degli studi della Chrysler. La Turboflite aveva, oltre ai due proiettori principali, due fari retrattili posti sotto le ali formate dai parafanghi anteriori.  Per accedere all’abitacolo l’intero padiglione si sollevava all’atto di apertura delle portiere. Si trattava più che altro di un effetto scenico perché per salire a bordo occorreva comunque chinare la testa.


turbina2
CHRYSLER TYPHOON.
L'infelice prototipo Typhoon del 1964 mostra una coda troppo lunga rispetto al resto della vettura.
 
L'articolo completo è su epocAuto di agosto
copertina2018 8

 

 

Cerca tra gli annunci

 

HttP://Www.pezzidiricambio24.it/

Www.Auto-doc.it