Quando le DUCATI decisero di avere... quattro ruote

Ducati TRIUMPH 2000 mk1

testo e foto di Antonello Biscini - su epocAuto di marzo
 

Negli anni '60 la Ducati pensò di affiancare alle moto una gamma di automobili prodotte su licenza, come aveva fatto con successo la Innocenti

Un'avventura mai partita. La raccontiamo insieme alla storia di una lussuosa e rarissima Triumph 2000 mk1, che appartiene dal 1968 alla stessa famiglia.

Alla fine del 1962 Ducati presenta alla stampa l'accordo con la Standard Triumph con una immagine dove uno spider TR3 si affianca ai ciclomotori e alle moto prodotte a Borgo Panigale.


 

 
Triumph ducati

La linea elegante ma "dinamica" della Triumph 200 mk1, con l'ampia vetratura. Sul cofano posteriore, l'etichetta "meccanica DUCATI Bologna" contraddistingueva le auto importate dalla casa di Borgo Panigale.

I ripetitori laterali (Carello) venivano applicati in rispetto al codice italiano. Sono comuni a molte vetture dell'epoca.

L'auto è un conservato e nel vano motore (motore con 6 cilindri in linea, alimentato da due carburatori Stromberg) è ancora applicata l'etichetta Ducati con la raccomandazione di utilizzare lubrificanti AGIP (gli stessi che venivano consigliati per le moto.

L'articolo completo su epocAuto di marzo
 

Per vedere altri articoli presenti sul numero di marzo cliccare QUI

 

 

copertina2018 3

 epocAuto di marzo è in edicola
a soli 2.80 euro.

Cerca tra gli annunci

 

HttP://Www.pezzidiricambio24.it/

Castle Car

Www.Auto-doc.it