Fulvia Sport Competizione

L'ALTRA FULVIA DA CORSA

su epocAuto di Febbraio - a firma di MIchele Di Mauro
 

La carrozzeria Sport della Fulvia nasce da un’intuizione di Elio Zagato, che affida ad Ercole Spada il compito di disegnare, sul pianale della Coupé, una carrozzeria più aerodinamica dotata di soluzioni stilistiche avanzate, come già si era fatto su Appia, Flavia e Flaminia, tutte dotate di carrozzeria aerodinamica in alluminio con coda tipo “fastback” e linee estremamente moderne e filanti. Spada concentra il suo lavoro sulla ricerca di un design in grado di sottolineare la meccanica “tutto avanti”, una primizia della Fulvia rispetto alle sportive dello stesso periodo. Raggiunge brillantemente il risultato conferendo un volume importante alla parte anteriore, coi parafanghi ben arcuati e col cofano rigonfio che accoglie al centro la presa d’aria dell’abitacolo, il tutto snellito poi dallo spigolo a diedro che corre tutto attorno alla vettura, frontale e coda compresi, alleggerendone visivamente l’aspetto e riportando i concetti grafici finali verso la leggerezza e la penetrazione aerodinamica.


 

Fulvia SC 20
La Sport Competizione ex Jolly Club che fu di Marini e “Carioca”.
Zagato dette all’epoca importanza visiva alla meccanica “tutto avanti”, con la linea del cofano rigonfia in corrispondenza dei duomi. Il posto guida è spogliato quasi di tutto. Sopravvivono la plancia di serie e i pannelli porta rivestiti ancora nel celeste vivo usato specificamente sulle Sport Competizione.


 

Articolo completo su epocAuto di febbraio
 

 

 

copertina2018 2

 epocAuto di febbraio è in edicola
a soli 2.80 euro.

Cerca tra gli annunci

 

HttP://Www.pezzidiricambio24.it/

Www.Auto-doc.it